Socials

Share us:


Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Delicious

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Digg

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in FaceBook

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Google Bookmarks

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Stumbleupon

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Technorati

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Twitter

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Twitter

Regione Campania - Previsioni meteorologiche per il week-end del 20-21 Gennaio 2018

 

 

Previsioni meteorologiche per il week-end del 20-21 Gennaio 2018

Nel corso del fine settimana, sul territorio regionale prevarranno condizioni di variabilità. Le probabilità di precipitazioni saranno particolarmente alte nelle prime ore della giornata di domani e nella mattinata di Domenica. Le temperature, inizialmente, non subiranno variazioni di particolare rilievo, per poi diminuire nella seconda parte della giornata di Domenica.

SABATO 20 Gennaio 2018: nella prima parte della mattinata si prevedono condizioni di cielo nuvoloso o molto nuvoloso, con possibili fenomeni, più probabili sul Cilento e sull’Irpinia. In seguito, le nubi lasceranno spazio a schiarite, specie sul casertano, sulla Provincia di Napoli e sui settori occidentali del Sannio e del Irpinia. In serata è atteso un nuovo graduale incremento della nuvolosità. Temperature: minime stazionarie sui settori costieri, con valori di 9-11°C, in leggero calo sulle aree interne, con valori di 5-8°C; massime stazionarie o in leggero rialzo, con valori di 13-15°C sui settori costieri e di 10-13°C sulle aree interne. Venti: in prevalenza occidentali, da deboli a moderati, tendenti temporaneamente a disporsi da settentrione in mattinata. Mare: da poco mosso a mosso, con moto ondoso in aumento nelle ore serali.

Previsioni per la città di Napoli: ad iniziali condizioni di cielo nuvoloso, faranno seguito ampie schiarite. In serata è atteso un nuovo graduale incremento della nuvolosità. Temperature: stazionarie, con valori minimi di 10-11°C e valori massimi di 14-15°C. Venti: in prevalenza occidentali, da deboli a moderati.

 

DOMENICA 21 Gennaio 2018: in mattinata sono previste condizioni di cielo nuvoloso o molto nuvoloso, con possibili precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio. In seguito, sulle aree costiere le nubi lasceranno spazio ad ampie schiarite. Sulle zone interne, invece, prevarranno condizioni di nuvolosità irregolare, con addensamenti più compatti sull’Alto Sannio e sull’Alta Irpinia, ove non sono esclusi brevi ed residui fenomeni. Temperature: minime in calo, con valori di 7-9°C sulle aree costiere e di 3-6°C sulle aree interne; massime stazionarie o in lieve calo, con valori di 12-14°C sulle aree costiere e di 9-12°C sulle zone interne. Venti: moderati occidentali al mattino, tendenti a disporsi da settentrione nella seconda parte della giornata. Mare: da mosso a molto mosso.

Previsioni per la città di Napoli: nella prima parte della mattinata si prevedono condizioni di cielo nuvoloso, con possibili precipitazioni. In seguito le nubi tenderanno a diradarsi, cedendo il passo ad ampie schiarite. Temperature: massime stazionarie o in lieve calo, con valori di 13-14°C, minime in diminuzione, con valori di 8-10°C. Venti: moderati occidentali al mattino, tendenti a disporsi da settentrione nella seconda parte della giornata.

 

 

Analisi sinottica e tendenza per i prossimi giorni

L’Europa centro-settentrionale è interessata da una vasta saccatura, il cui perno è localizzato in corrispondenza del Mar di Norvegia. La circolazione di bassa pressione interessa, seppur marginalmente, anche il bacino centrale del Mediterraneo: sulla penisola italiana, infatti, soffiano correnti di provenienza occidentale, le quali determinamo al transito addensamenti nuvolosi sulle regioni che affacciano sul versante tirrenico.

Nel corso del fine settimana, la saccatura tenderà a traslare verso levante, interessando la penisola balcanica e, marginalmente, le regioni centro-meridionali italiane. Domenica, pertanto, nelle ore mattutine, sono previste precipitazioni sparse su buona parte del centro-sud ed in particolare sul medio e basso versante tirrenico; in seguito, i venti si disporranno dai quadranti settentrionali e daranno luogo ad una flessione delle temperature, specie sul versante adriatico.  

Lunedì le condizioni meteorologiche subiranno un miglioramento, associato ad un rialzo delle temperature massime, più apprezzabile sulle regioni settentrionali e su quelle del medio-alto versante tirrenico. Nella giornata di martedì, le regioni adriatiche saranno interessate da un impulso di instabilità, il quale darà luogo a condizioni di variabilità, associate al manifestarsi di locali fenomeni. I venti tenderanno nuovamente a disporsi dai quadranti settentrionali, favorendo una temporanea diminuzione delle temperature.

A partire dalla giornata di mercoledì, il bacino centrale del Mediterraneo diverrà sede di un campo di alta pressione. Sulla penisola italiana, pertanto, avrà inizio, molto probabilmente, una fase caratterizzata da condizioni di stabilità atmosferica e da temperature diurne relativamente miti.   

L’alta pressione, probabilmente, sarà scalfita nel corso del fine settimana da una saccatura di origine atlantica, di cui, tuttavia, non è ancora possibile stimare l’effettiva entità.

 

Vincenzo Capozzi